Dopo la lezione precedente dove ho introdotto il concetto delle strutture iterative (o cicli iterativi) è importante introdurre subito di seguito i due comandi molto frequenti in un ciclo iterativo, il comando break e il comando continue.

Il comando break

Il break lo abbiamo già visto quando abbiamo analizzato la struttura di controllo switch; in realtà i suoi ambiti di impiego non si terminano li, in quanto il comando break può essere utilizzato anche all’interno di strutture iterative come, ad esempio un ciclo for(), di cui abbiamo parlato nella lezione precedente a questa. Vediamo un esempio:

var i; for (i = 0; i < 10; i++) { if (i == 3) break; document.write('Conto: ' + i); }

Come è facile intuire, il comando break ha la funzione di interrompere un ciclo in un momento arbitrario, così facendo l’interprete Javascript blocca l’esecuzione del ciclo e riprende l’interpretazione del codice a partire dalle istruzioni successive al ciclo stesso.

Il comando continue

Il continue al contrario del break, invece, serve per stoppare una singola iterazione del ciclo o, più semplicemente, per saltare un passaggio. Si supponga, ad esempio, di voler stampare a video una serie di numeri ad esclusione di uno specifico valore, come nel seguente esempio:

var i; for (i = 0; i < 10; i++) { if (i == 3) continue; document.write('Conto: ' + i); }

Infatti nell’esempio che vi ho riportato qui sopra, verranno stampati tutti i numeri dallo 0 al 9, ma verrà escluso il numero 3 e quindi il 3 sarà l’unico numero della sequenza a non essere stampato!

Attraverso il comando continue, in pratica, l’interprete Javascript “salta” una specifica iterazione passando alla successiva. Se con il comando break il ciclo terminava appena esso veniva eseguito, con il continue questo procede sino alla sua terminazione naturale.

Direi che finisce qui questa breve lezione per introdurre questi due comandi fondamentali per avere potenzialmente a disposizione più strumenti per gestire al meglio l’utilizzo e l’implementazione dei cicli iterativi in un programma, in modo da avere su di essi il pieno controllo, beh spero come al solito di essere stato abbastanza chiaro per tutti voi e di esservi stato utile nella comprensione della programmazione in linguaggio Javascript. Per qualsiasi informazione o chiarimento vi ricordo che avete a disposizione la pagina contatti, io vi saluto qui e vi rimando al prossimo articolo, Ciao! 😉

Articoli correlati

Boostrap

Corso Bootstrap – Sesta Lezione.

Ed eccoci qui di nuovo, con la sesta lezione del corso bootstrap! Che come ricordiamo sempre è un corso realizzato grazie ad una collaborazione nata tra Falco96 e WorldTecno. Questa sarà una lezione veramente piena Leggi tutto&ellip;

Corsi

L’oggetto “window” del Javascript.

Ciao! In questa lezione andiamo a conoscere l’oggetto window. E’ l’oggetto principale utilizzato nel Javascript ed è rappresentato dall’intera “finestra” del browser. Se la finestra è composta da una pluralità di “frames” (cioè se ad Leggi tutto&ellip;

Boostrap

Corso Bootstrap: Quarta Lezione.

Dopo la scorsa lezione di Bootstrap, oggi siamo qui per proseguire con voi il percorso di questo corso con un’altra nuova lezione arrivando a bene a 4 lezioni totali affrontate fino ad ora. Inoltre come Leggi tutto&ellip;

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: